Tradizione

Ricamo Canusino

Tra le tradizioni della nostra provincia assume rilievo unico quella del ricamo canusino alla quale Reggio Ricama ha dedicato e dedica un’importante parte della sua  attività svolgendo un lavoro di ricerca storica per approfondire le tecniche e lo sviluppo dei disegni. Il ricamo canusino è una tecnica che nasce come idea di un artigianato artistico tipico della provincia di Reggio Emilia intorno al 1930 nei laboratori della colonia scuola “Antonio Marro” centro di assistenza e formazione per bambini disabili, grazie alla volontà ed all’impegno della dottoressa Maria Bertolani Del Rio.

Il repertorio dei motivi  attinge ai fregi ed agli elementi decorativi tipici dell’arte matildica, che ornano le antiche Pievi Romaniche del territorio della provincia reggiana, ed agli evangeliari della contessa Matilde di Canossa di epoca medioevale.

Il ricamo canusino è soggetto ad alcune norme che ne regolano l’esecuzione: i colori dei fili, i punti impiegati e i disegni utilizzati.

In occasione della VI edizione della mostra Il Ricamo Ritrovato è stato presentato il  libro del Circolo: “Reggio Ricama racconta l’ARS CANUSINA”.

In occasione della mostra “I ventanni di Reggio Ricama” è stato presentato il secondo volume sul ricamo canusino “Il Ricamo Canusino  nei venti anni di Reggio Ricama”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

canusino 3 Visualizzazione Posta elettronica - Standard

Mara 003

Mara 2005 (13)

 

P1070972